Depuratori per allevamenti zootecnici

La nota descrive sommariamente un dispositivo di trattamento dei liquami effluenti dagli allevamenti zootecnici (flocculatore lineare) in grado di ridurre in misura apprezzabile il loro contenuto di azoto e quindi l’estensione di terreno agricolo richiesto per lo spandimento. Il dispositivo è basato sugli studi effettuati dal Dipartimento di Agricoltura degli Stati Uniti secondo i quali la separazione liquido-solidi dei reflui zootecnici può migliorare drasticamente se a monte viene operata la flocculazione chimica del liquame. I risultati migliori sono stati ottenuti con l’impiego, quale flocculante, di una poliacrilammide cationica (PAM) che aumenta l’efficienza di separazione dei solidi sospesi operata dal filtro dal 10 - 20 % al 60 - 65 % con una contestuale rimozione dell’azoto organico e ammoniacale.

Gli allevamenti zootecnici dispongono oppure, se di nuova costruzione, devono dotarsi di stazioni di filtrazione preposte alla separazione fra la frazione liquida e i solidi presenti nel liquame effluente dall’allevamento in genere mediante compressione elicoidale in un filtro a coclea. Il flocculatore lineare consiste in un circuito tubolare da inserire lungo la mandata della pompa di alimentazione del filtro. Il circuito è dotato di un iniettore alimentato dalla pompa di dosaggio della soluzione acquosa del flocculante che viene preparata in un serbatoio munito di elettroagitatore per la dissoluzione in acqua del prodotto in genere reperibile sul mercato in polvere. Le tubazioni del circuito sono dimensionate di modo che il moto interno del liquame, alla portata di alimentazione del filtro, possegga la turbolenza sufficiente a realizzare la completa miscelazione con il flocculante. La pompa dosatrice del flocculante è del tipo volumetrico a portata regolabile in grado di assicurare il dosaggio stabilito da progetto. Il prototipo sopra raffigurato è stato recentemente installato presso l’allevamento di suini PIG 2000 di Marsciano (PG) al fine di verificare, mediante una campagna di prove sperimentali, i risultati ottenuti dai ricercatori americani con riguardo all’effetto della flocculazione sulla separazione liquido-solidi dei liquami zootecnici. Le prime prove sono state effettuate impiegando un polielettrolita cationico medio in polvere commercializzato dalla Tillmanns. I risultati sono stati incoraggianti, considerato che, operando sul liquame flocculato, il filtro rimuove il 48 % dei solidi sospesi e il 50 % dell’azoto totale. Il dispositivo costituisce altresì l’unità di pretrattamento dei liquami inserita in un sistema di depurazione complessivo per la cui descrizione si rimanda provvisoriamente alla scheda Sistemi di trattamento innovativi.
PROSEGUI » VISUALIZZA SCHEDA TECNICA (IN FORMATO PDF) » TORNA AL MENÙ »
Copyright 2011© Studio Associato di Ingegneria Ambientale di Guido Scarano ed Alessandro Scoccia
Via Gregorovius 40 - 06127 Perugia - P.iva 03063150548
pagina facebook studio di ingegneria ambientale pagina linkedin studio di ingegneria ambientale